Le olive all’ascolana

Le olive all’ascolana

Le olive all’ascolana sono il piatto tradizionale più importante della cucina Picena e Marchigiana, apprezzate e conosciute in tutto il mondo.
La ricetta è nata intorno alla fine dell’800 e prevede l’utilizzo di olive “ascolane tenere”, generalmente conservate in una salamoia condita con semi di finocchio selvatico ed erbe aromatiche locali.
Per il ripieno delle olive vengono utilizzate tre tipi di carni differenti, manzo, suino e pollo (o tacchino) che vengono cotte e poi unite a parmigiano grattugiato, uova, mollica di pane, verdure e aromi.
Le olive vengono snocciolate, tagliandole a spirale, e poi riempite con il ripieno di carne. Vengono passate nella farina, poi nell’uovo e nel pan grattato ed infine vengono fritte nell’olio bollente.
E’ tradizione servire le olive accompagnate dai “Cremini”, crema dolce impanata e fritta che ben si accompagna al sapore amarognolo delle olive fritte.
Sia le olive che i cremini vengono servite nel classico “Fritto misto all’Ascolana”, piatto che comprende anche le cotolette d’agnello, i carciofi e le zucchine, tutte pietanze rigorosamente fritte.
In tempi più recenti si è affiancata alla tradizionale ricetta Ascolana una più marinara, in cui il ripieno invece di essere di carne è realizzato con diverse varietà di pesce tipico del mare Adriatico (Olive di Pesce).

 

Immagini